Angeli del sole (Anjos do sol) – Il drammatico film-verità sul turismo sessuale pedofilo in Brasile censurato in tutta Europa! Ecco la versione integrale !!

.

.

zzz

.

.

……………………………………………………………………………………………………………………………

.

SEGUITECI ANCHE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK  Zapping

 

.

.

 

 

 

Cari amici, di film drammatici, commuoventi, terrificanti, ce ne sono moltissimi. E nonostante ne abbia visti a centinaia, nella mia vita, vi posso giurare che nessuno, neanche lontanamente, mi ha piegato dal dolore come questo film. Non le classiche “lacrime di commozione da film“, che tra l’altro non mi sono scese, ma un dolore più profondo, lancinante, fastidioso. Tanto da pensare se era il caso di interrompere la visione, cosa che non ho fatto. L’ho visto fino alla fine, uno strazio.

Angeli del sole (Anjos do sol) – Brasil, 2006 – completo (Ita. sub.)

E’ il più importante film di denuncia sul fenomeno dello sfruttamento sessuale di bambini in Brasile, una triste realtà che riguarda, in questo momento, almeno 100.000 bambini, nel solo Brasile, si intende.

UN FILM CENSURATO IN TUTTA EUROPA, nonostante se fosse stato presentato nelle sale cinematografiche avrebbe incassato sicuramente moltissimo: pensate che questo video presente su Youtube galoppa verso le 4 milioni di visualizzazioni, mentre gli altri video caricati sullo stesso canale hanno centinaia di view, o poche migliaia nel migliore dei casi.

Angeli del soleè un film ispirato a vicende realmente avvenute e documentate, che narra la storia di una bambina appena dodicenne che viene venduta dai genitori, poverissimi, che vivono in una favela, ad un trafficante, che a sua volta la venderà ad una organizzazione che vende bambine agli uomini ricchi e potenti. La piccola sarà acquistata come regalo di compleanno (proprio così) per il figlio 15enne di uno spietato e disumano personaggio, che invita il proprio bambino a “farne ciò che vuole”, ed a picchiarla quando lei rifiuta di concedersi. L’acquirente, insoddisfatto dell’atteggiamento della bambina, la venderà ad una “casa rossa” di infimo livello nella foresta, dove sarà costretta a prostituirsi con decine di uomini ogni giorno, senza precauzioni, in cambio di un piatto di minestra e poco più.

La vita di queste ragazza vale quanto quella di un animale qualsiasi, tra quelli sfruttati dagli uomini per ricavare profitto.

Un film con una grandissima capacità di trasmettere emozioni, stati d’animo, il regista ha fatto un vero capolavoro ed è assurdo che questo film non sia stato trasmesso nelle sale cinematografiche e dalle TV italiane.

Tra l’altro gli italiani sono uno dei popoli europei maggiormente dediti al “turismo sessuale”, sono moltissimi gli italiani (e non solo ovviamente) attratti dai paesi dove la povertà costringe moltissime ragazzine, e bambine, che sono richiestissime (!) alla “vita”.

L’unica “ricchezza” che possiedono le donne delle favelas, è il proprio corpo. Venderlo è l’unica possibilità per mangiare. E iniziano giovanissime, talvolta indotte dalle famiglie, che non hanno di che mangiare.

Per chi vive nelle favelas, in condizioni igienico-sanitarie a dir poco disastrose, e mangia “quando riesce a rimediare qualcosa”, ogni qualche giorno, vendere una figlia al trafficante di uomini, oltre a rimediare una somma di denaro, è un modo per togliere da casa una bocca da sfamare, inoltre i genitori in un contesto di tale estrema povertà, credono che la figlia avrà condizioni di vita migliori, nelle mani del “benefattore” che le acquista, perché nonostante tutto, avrà un tetto e del cibo. Cosa che nelle favelas, non hanno.

La visione di questo film è consigliatissima, perché le emozioni che trasmette sono talmente forti, che dopo averlo visto cambierà qualcosa dentro di voi. Sarete più umani. E forse prima di augurare il male a persone che di male ne hanno conosciuto già moltissimo, ci penserete. Guardatelo. E se vi va, dopo scrivete nei commenti di questo articolo le vostre riflessioni. Grazie a chi lo farà.

Fatelo girare questo film, suggeritelo ai vostri amici e parenti, spesso consigliamo la visione dell’ultima americanata di turno piena di effetti speciali, tridimensionali etc. mentre invece quasi nessuno suggerisce la visione di documentari che insegnano qualcosa, o di film verità come questo. Che nonostante la censura occidentale, sta raggiungendo le 4.000.000 di view!

Se preferisci guardarlo a schermo intero, su Youtube, clicca qui

Sullo stesso canale Youtube che ha reso disponibile questo film, sono presenti numerosi documentari di Silvestro Montanaro, un documentarista bravissimo quanto scomodo, che è stato tagliato dalla tv pubblica italiana, casualmente… alcuni di questi si riallacciano al discorso della pedofilia e del turismo sessuale. Documenti ed interviste reali che fanno capire cosa avviene nel nostro pianeta, anche se a migliaia di km da noi.

Ma questo non interessa a quasi nessuno, e sapete perché? Perché ci hanno diviso. Ci hanno raccontato che noi siamo italiani e dobbiamo pensare all’Italia, che ce ne frega di quello che avviene all’estero, mica è un problema nostro. E ci illudiamo che non ci riguardi… illusione che solo uno stolto miope può avere.

Divide et Impera.

Siamo italiani, pensiamo all’Italia! Anzi no, aspetta. Io vivo in una regione che da più soldi al governo di quanti ne riceve, quindi divento federalista. Prima il nord! Ripensandoci però… la mia provincia versa alla regione più di quanto riceve. ahi ahi… Prima la mia provincia! No aspetta aspetta. Ho saputo che il comune da alla provincia più di quanto riceve, dobbiamo lottare contro la pronvincia! Prima il mio campanile! Mmm ma io pago più tasse al comune di quanto lui mi restituisce… Prima casa mia! Quando sto bene io chi se ne frega se gli altri stanno male… tanto mica lo capisco che poi si ripercuote su di me, direttamente o indirettamente. E se qualcuno vuole scappare da quell’orrore e viene qua nel mio continente-nazione-regione-provincia-città mi arrabbio e invoco di sparargli… questo è il bel mondo che vogliono queste persone, questa è l’umanità che vogliono lasciare ai loro figli… magari si sentono sicuri perché hanno un paio di case di proprietà e qualche soldo da parte e si sentono invincibili… ma la ruota gira, signori, gira più velocemente di quanto crediamo. Se 15 anni fa vi avessero detto che l’Italia avrebbe fatto questa fine, gli avreste riso in faccia… e guardate dove siamo arrivati… ad avere 4,5 milioni di italiani che durano fatica a mangiare…

Le favelas in Italia ci sono già, per ora ci vivono stranieri e altre etnie, ma vedrete che ci finiranno anche i nostri connazionali. Sotto i ponti ce ne sono già molti, è questione di tempo e sbucheranno le tendopoli dei “nuovi poveri” italiani. E allora vedremo se qualche politico che dice di pensare agli italiani, li aiuterà davvero… ma tanto c’è poco da vedere, e da far vedere, a chi non vuole vedere. Nuovo leader, nuovi slogan, prossimo giro e prossima corsa. C’è luce alla fine del tunnel, è il treno della miseria vera che sta arrivando…

Veritanwo – http://veritanwo.altervista.org/il-film-verita-piu-drammatico-sul-turismo-sessuale-pedofilo-in-brasile-censuratissimo-in-europa/

Precedente Inventa l’auto ad aria, ma poco dopo si suicida misteriosamente (??). Ecco la rivoluzionaria Air Car della Tata !! Successivo COME L’ISLANDA E' RISORTA DALLA CRISI? PUNENDO POLITICI E BANCHIERI CRIMINALI !! C'è solo da imparare !!